L’inizio dell’Expo Milano 2015 è alle porte. L’esposizione universale aprirà i battenti il primo maggio e il tema dell’evento sarà alimentazione e nutrizione: come le tecnologie saranno in grado di garantire cibo sano e sicuro per tutti nel rispetto del pianeta.

E’ un tema molto importante, soprattutto oggi che numerosi studi dimostrano come a causa della crisi economica o degli orari che spesso ci vengono imposti dai numerosi impegni sono sempre di più le fasce di popolazione che optano per il consumo di cibi a basso costo e dalla qualità decisamente bassa. Tutto ciò a discapito di una corretta alimentazione.

Mangiare correttamente sin da piccoli e una giusta quantità di sport invece è il migliore investimento per la salute. I bambini sono spesso “bersagli” di pubblicità ingannevoli che promuovono come alimenti sani ed equilibrati cibi che non lo sono affatto.

Come migliorare o tenere sotto controllo la loro alimentazione?

Ecco 7 consigli utili e cose da sapere per quanto riguarda il rapporto tra il cibo e i bambini:

cibo-in-gravidanza

1-  Conoscere i sapori attraverso la placenta:

Ebbene si, sin dalla gestazione la mamma riveste un ruolo chiave nell’alimentazione del bimbo influenzando persino i gusti futuri: attraverso la placenta il bambino inizia a conoscere i primi sapori. Quindi è molto importante che nell’alimentazione della futura mamma non manchino verdure, cereali e legumi.

merenda-a-scuola

2- Cibi che a tavola non devono mai mancare:

Sono tantissimi gli studi che dimostrano l’importanza dei vegetali fin dalla più tenera infanzia. Oltre ad aumentare il consumo di frutta, verdura e legumi è importante: variare la scelta dei cibi, limitare il consumo di carni grasse a favore del pesce (almeno 2 volte a settimana), ridurre il consumo di cibi e bevande zuccherate, soprattutto fuori pasto. Preparate voi la merenda per la scuola anziché comprare le solite merendine: sarà genuina e con il giusto apporto calorico.

piramide-alimentare

3- Adeguare le porzioni:

Non bisogna esagerare con le porzioni perché i bambini molto spesso assumono più calorie rispetto al loro fabbisogno quotidiano. Inoltre è importante che i tre pasti principali e i due spuntini quotidiani siano consumati con la giusta ripartizione calorica. La cena per esempio deve essere più leggera del pranzo, mentre la colazione non va mai saltata.

neofobia

4- Neofobia e modelli positivi:

Cos’è la neofobia? E’ la paura di ciò che è nuovo, e nel caso dei nostri bambini è la riluttanza ad assaggiare nuovi alimenti. Il modo migliore per affrontare la neofobia è quello di “dare il buon esempio”: vedere i genitori o i fratelli mangiare degli alimenti nuovi o assaggiare i loro mostrando segni di apprezzamento renderà i bambini più tranquilli, curiosi e contenti di mangiare quel particolare alimento.

tutti-a-tavola

5- Educare a stare a tavola:

Un’alimentazione sana ed equilibrata parte in famiglia, per questo è importante che i figli restino a tavola con i genitori durante i pasti, magari senza televisione.

A tavola tutti devono mangiare le stesse cose: non si può pretendere che un bambino mangi della verdura se noi stiamo mangiando hot dog e patatine fritte.

6- Non forzateli:

Forzando un bambino a mangiare quello che non vuole otterrete il contrario.

7- Trucchetti per educare i bambini a un corretto comportamento nei confronti del cibo:

 

cibo-bambini

 

Innanzitutto scatenate la vostra fantasia per rendere più simpatici i piatti di frutta o verdura: il modo in cui vengono presentate nel piatto influenza la probabilità che i bambini la provino. Le merende e i contorni saranno più divertenti, ma ricordatevi, è questione di presentazione, la preparazione richiederà solo pochi minuti.

Provate il nostro gelato magico: la merenda ideale, 100% frutta da preparare in pochi minuti!

merenda-bambini-regole-spuntino-sano-nutriente

Un altro trucchetto è quello di rendere partecipi i bambini nella preparazione dei piatti: loro si divertiranno e sicuramente saranno orgogliosi di mangiare quello che hanno preparato.

coltivare-orto-bambini

Un ultimo consiglio, valido soprattutto per chi ha un terrazzo o un giardino, è coltivare qualcosa insieme ai bambini e cucinare una pietanza usando i prodotti del vostro orto (e per “orto” intendo anche il classico vasetto di basilico sul davanzale… far fare il pesto ai bimbi è divertente e non vedranno l’ora di assaggiare il proprio capolavoro culinario!).

Dai 5 ai 6 anni i bambini iniziano a subire le influenze degli amichetti in fatto di cibo, ma se avranno dei gusti consolidati e delle buone abitudini alimentari diventerà più semplice evitare intrusioni negative.

Bambini e alimentazione: mangiare correttamente sin da piccoli ultima modifica: 2015-03-31T10:09:43+00:00 da Riviera dei Bambini

È consentita la citazione dei nostri articoli previa indicazione della fonte.

Potrebbe interessarti..

0 Commenti

Aggiungi un commento