Quando inizia l’autunno, nell’aria si diffonde il tipico profumo di foglie umide e castagne arrostite, che fa venir voglia di farne subito una bella scorpacciata! In questa stagione i boschi si riempiono di ricci pieni di queste golosità e andare a raccoglierle è una splendida idea per passare una giornata all’aria aperta con tutta la famiglia!

Le caldarroste fanno felici grandi e piccini, perchè sbucciare le castagne tutti insieme, magari davanti al camino, fa subito casa. Ma come ricreare le caldarroste nella propria cucina? Ci sono due metodi: si può utilizzare l’apposita padella forata per cuocerle sul fornello oppure seguire la nostra ricetta per fare le castagne al forno!

Castagne al forno

Castagne-al-forno

Ingredienti:

  • 1kg di castagne
  • acqua quanto basta

Procedimento

Iniziate versando le castagne in una ciotola abbastanza capiente e copritele con acqua fredda; le castagne devono stare in ammollo per almeno 2 ore, così sarà più facile inciderle.

Trascorso il tempo, scolarle dall’acqua e asciugarle bene. Con un coltellino affilato praticate un taglio orizzontale su ogni castagna lungo 2-3 cm; questa operazione (che faranno mamma e papà!) impedisce alle castagne di esplodere con il calore del forno.

Disponete le castagne incise sulla leccarda foderata con carta forno senza sovrapporle e cuocetele in forno preriscaldato a 220° per 30-40 minuti. Per ottenere una cottura omogenea, mescolate le castagne ogni tanto con una paletta. I tempi di cottura possono variare in base al vostro forno e alle dimensioni delle castagne; per esser sicuri che siano pronte, provate ad aprirne una per controllare che sia morbida all’interno.

Una volta cotte, trasferite le castagne in una ciotola e copritele con un panno asciutto; lasciatele riposare almeno 15 minuti: non vi scotterete mangiandole e sarà molto più facile sbucciarle!

Buon appetito!

Consigli

  • Prima di acquistare le castagne, accertatevi che siano sode e che abbiano la buccia uniforme e dal colore brillante.
  • Le castagne non cotte si conservano in un cestino di vimini anche fino a due settimane.
  • Se vi avanzano delle castagne al forno (ma siamo sicuri che questo non accadrà!), potete sbucciarle e congelarle; al momento di utilizzarle, scongelatele e mangiatele fredde o riscaldate nel forno.
  • Se le dita diventano nere dopo aver sbucciato le castagne al forno, non preoccupatevi: basta passarci una fettina di limone e torneranno pulite!

Curiosità

Esistono più di 100 varietà tra castagne e marroni, che seppur simili, sono diversi tra loro. Le castagne, infatti, sono più piccole, dalla forma più schiacciata e con la buccia di colore marrone scuro. Se ne ricava una farina molto utilizzata in cucina per la preparazione di torte (il castagnaccio è un goloso esempio!) o di pasta fresca (le trofie di castagne sono tipiche della tradizione ligure).

I marroni, invece, sono più grossi, hanno una forma ovale simile a un cuore e buccia più chiara con striature; la loro polpa è più dolce, per questo sono ideali in pasticceria: un esempio su tutti sono i marron glacé!

 

Castagne al forno: la ricetta per preparare in casa questa delizia autunnale! ultima modifica: 2017-09-25T09:56:38+00:00 da Riviera dei Bambini

È consentita la citazione dei nostri articoli previa indicazione della fonte.

Aggiungi un commento