CLICCA QUI PER SCOPRIRE FLORARTE ARENZANO 2017

FlorArte, evento unico nel suo genere, è stato definito un “giardino d’arte” perché qui l’arte si confonde con i fiori e l’uno esalta l’altro.
Una mostra dove i fioristi creano splendide composizioni floreali ispirandosi ciascuno all’opera di un artista, utilizzando esclusivamente fiori di Liguria: colori, profumi, forme si fondono in un’alchimia speciale dovuta anche al luogo speciale dove la mostra viene  allestita, la serra  monumentale del Parco Negrotto Cambiaso  di Arenzano. Uno dei più bei giardini storici della Liguria: fresco d’estate e piacevole anche d’inverno, passeggiare nel parco è un momento piacevole tutto l’anno.

Arenzano Veduta

Veduta del Parco Negrotto Cambiaso di Arenzano, sede di Florarte Arenzano 2013

Particolarmente elegante, anche se più tarda rispetto all’impianto del parco, è la serra in ferro e vetro, opera dell’architetto Lamberto Cusani, che si ispirò a esempi ottocenteschi francesi e inglesi. E’ questo il baricentro della mostra dove i fioristi creano splendide composizioni floreali ispirandosi ciascuno all’opera di un artista, utilizzando esclusivamente fiori di Liguria: colori, profumi, forme si fondono in un’alchimia speciale. Nel corso degli anni, la manifestazione si è ampliata naturalmente fuori dai confini preziosi della serra verso il parco storico e la cittadina della riviera di Ponente. E’ divenuta un mezzo per richiamare l’attenzione sulla necessità di promuovere e tutelare il giardino storico e quanto esso rappresenta in tutti i suoi aspetti: natura, arte, storia, ecologia e tutela dell’ambiente, biodiversità, turismo e cultura divengono i temi basilari della manifestazione, ormai estesa a tutto il giardino con la mostra mercato florovivaistica di qualità, con laboratori, spettacoli, concerti a tema, con il percorso dell’arte che penetra anche nel castello. Quest’anno l’evento è dedicato ad Aurelio Caminati, eclettico artista ligure recentemente scomparso.

L’evento si svolge, dalla fondazione nel 1999,  per cinque giorni nel periodo del ponte del 25 aprile, e prevede l‘Omaggio al Maestro, il Percorso dell’arte, la Mostra florovivaistica e numerosi eventi sul tema dell’arte e della natura.

Florarte ArenzanoNel corso degli anni, la manifestazione si è ampliata naturalmente fuori dai confini preziosi della serra verso il parco storico di Villa Negrotto Cambiaso e il paese. E’ divenuta  un mezzo per richiamare l’attenzione sullanecessità di promuovere  e tutelare il giardino storico e quanto esso rappresenta in tutti i suoi aspetti:natura, arte, storia, ecologia e tutela dell’ambiente, biodiversità, turismo e cultura divengono i temi basilari della manifestazione, ormai estesa a tutto il giardino con la mostra mercato florovivaistica di qualità, con laboratori, spettacoli, concerti a tema, con il percorso dell’arte che  penetra anche nel castello e

Sabato 27   e  domenica 28  aprile  2013 il Parco Storico di Arenzano  ospiterà  in occasione di FlorArte una Mostra Mercato florovivaistica  che unisce l’aspetto propriamente vivaistico di piante e fiori particolari, tipici del clima mediterraneo, a varie forme di espressione artistica.

Una accurata selezione di vivaisti anima la mostra mercato offrendo al pubblico la possibilità di conoscere, apprezzare ed acquistare il meglio delle piante, da frutto e da giardino di pregiate varietà proposte dai migliori vivaisti liguri e nazionali, scelti secondo le diverse tipologie e secondo criteri di sostenibilità.

Novità 2013, in attesa di FlorArte, il Parco di Arenzano ospiterà il 16 e il 17 marzo la 16 Mostra Ligure della Camelianel ricordo di  Eleonora Genoni, a cura  del Comune di Arenzano e delle Camellie del Verbano di Tiziano Genoni con il patrocinio  della Società Italiana della Camelia e di Garden Club Genova.

Fonti: www.florartearenzano.com
www.turismoinliguria.it

Florarte Arenzano 2013, l’arte interpretata con i fiori ultima modifica: 2013-04-15T10:31:15+00:00 da Riviera dei Bambini

È consentita la citazione dei nostri articoli previa indicazione della fonte.

0 Commenti

Aggiungi un commento