Genova è la mia città e perdersi tra i vicoli della città vecchia alla scoperta di indirizzi nascosti è una delle attività che amo di più.
Ma come il mese scorso anche oggi voglio portarvi con me alla scoperta di altre 10 botteghe storiche genovesi da inserire nella lista dei luoghi imprendibili se avete programmato una vacanza nel capoluogo ligure.

Tanto splendore e tradizione meritano un ulteriore assaggio, per assaporare appieno l’antico spirito di una città tanto dedita alla propria memoria.

Di seguito, vi propongo la lista di altre dieci botteghe storiche ho potuto vivere e riapprezzare, da inserire tra i luoghi imperdibili del vostro tour genovese.

Carega

  • Friggitoria Carega (Via di Sottoripa n. 113 rosso): a due passi dal Porto Antico, nel contesto della strada denominata “Di Sottoripa”, “un porticato lungo mille passi dove si può acquistare ogni merce”, si trova la più famosa friggitoria genovese, dove potrete gustare il tipico “street food” della città. Non perdete la farinata e le torte di verdura, ma non mancate di assaggiare i fritti per cui Carega è famosa, ovvero acciughe, bianchetti, e tutto il pescato del giorno, tutto servito avvolto in un pezzo di carta da consumare lì dentro sugli sgabelli o per strada.

Armanino

  • P. Armanino e Figli (Via di Sottoripa n. 105 rosso): sempre in Sottoripa, poco distante, una coloratissima vetrina, là dove una volta vi era una rimessa per le barche, piena di frutta di ogni tipo. L’interno, con le sue vecchie piastrelle esagonali genovesi, è un invito per il palato; sono infatti presenti prugne, datteri, tra i quali la pregiata varietà medjoul, noci di cocco ed anche frutti particolari come lo zenzero o la papaya, ma anche marmellate, mostarde, miele, funghi e legumi.
  • Busellato Timbri (Via Ponte Reale 2): produzione artigiana che ha saputo mantenere uno spirito di tradizione unitamente alla scoperta di nuovi metodi e nuove tecnologie.

Giacalone

  • La Barberia Giacalone (Vico dei Caprettari n. 14 rosso): fine esempio di Art Decò, con un trionfo di piastrelle bianche, specchi ovali e lampadari.

Canneto

  • Antica Drogheria di Canneto (Via Canneto il Lungo n. 54): nel cuore del centro storico, un invito a perdersi tra fragranze a aromi che ricordano altri mondi e antichi piaceri.

Casaleggio

  • Drogheria Casaleggio (Vico delle Erbe n. 6 rosso): non solo dolciumi per questa drogheria divenuta punto di riferimento per i genovesi che amano prendersi cura del proprio corpo e del proprio aspetto, contentando soprattutto gli uomini, proponendo una vasta gamma di pennelli e prodotti da barba di qualità professionale.
  • Macelleria (Via dei Macelli di Soziglia n. 8 rosso): un lungo bancone di marmo, scolpito con bassorilievi raffiguranti, tra buoi, coltelli, cavezze, attizzatoi per il fuoco e altri attrezzi da macelleria, i volti di Garibaldi, Mazzini, La Marmora, Nino Bixio e una quinta figura femminile che, si pensa, sia la personificazione dell’Italia. In un angolo Mercurio alato, il Dio del commercio. L’originale guidovia con i ganci per la carne si staglia fiera sul soffitto.

Stocco

 

  • Bottega dello Stoccafisso (Via dei Macelli di Soziglia n. 20 rosso): bottega che particolarmente amo, è il luogo deputato del merluzzo norvegese delle Isole Lofoten sin dai primi del Novecento. Osserverete gli originali banchi di marmo dove lo “stocco” viene tenuto continuamente a bagno e, a mezz’altezza, altro stoccafisso essiccato legato con spago a ganci di ferro. E ancora: enormi latte di tonno, mostarda, olive, pinoli…i vostri sensi si perderanno in questo angolo di paradiso.
  • Pasticceria dei Fratelli Klainguti (Piazza Soziglia n. 98 rosso): il sapore svizzero nel cuore di Genova dal sapore della belle époque. Assaggiate il Falstaff, la brioche preferita di Giuseppe Verdi con ripieno di crema alla nocciola, oppure fatevi tentare dalla torta Zena, a base di pan di Spagna, zabaione, pasta di mandorle o ancora dalla torta Engadina, preparata con farina di mandorle e crema al latte.
  • Antica Latteria di Buonafede (Via Lomellini n. 3 rosso): conserva la passione per il carattere genovese, che si ritrova in antichi gusti di qualità genuina. Da non perdere, il gelato al gusto panera, caratteristico della tradizione gelataia genovese.

“Città a sorpresa! Il cui uso insinua un’astuta saggezza” (cit.).

Buona divertimento!

Genova: il viaggio tra la meraviglia delle botteghe storiche continua… ultima modifica: 2015-01-20T10:06:27+00:00 da Riviera dei Bambini

È consentita la citazione dei nostri articoli previa indicazione della fonte.

Potrebbe interessarti..

Aggiungi un commento