Le grotte di Toirano, scoperte nel 1950 e aperte al pubblico nel 1953 dopo le opportune opere di sistemazione, sono uno dei più importanti complessi di cavità naturali d’Italia e rappresentano una delle maggiori attrattive che l’entroterra della Riviera Ligure di Ponente offre al turismo. La presenza di oltre 150 caverne naturali nel territorio toiranese e nell’intera val Varatella, tutt’oggi oggetto di ricerca da parte di studiosi internazionali, è dovuta alla presenza di rocce calcaree e dolomitiche facilmente erodibili dall’acqua.

Le grotte di Toirano si raggiungono con una breve deviazione lungo la strada per il Giogo di Toirano ed offrono la possibilità di effettuare al loro interno un suggestivo percorso che si snoda per 1300 metri tra 16 sale, una diversa dall’altra.

Le grotte di Toriano, infatti, sono state attrezzate e predisposte alla visita, soprattutto la Grotta della Bàsura (o della Strega), sicuramente la più spettacolare per ricchezza e varietà di concrezioni naturali. Inoltre vi sono numerose testimonianze: a partire dal “cimitero degli orsi”, un enorme accumulo di ossa di Ursus Spelaeus, per passare al “corridoio delle impronte”, caratterizzato dai calchi di torce, unghiate d’orso e impronte umane che dimostrano come l’uomo di Cro-Magnon, circa 14.000 anni fa, cacciasse l’orso nelle caverne, illuminandole con torce.

Dalla grotta della Bàsura il percorso prosegue scavato in una grandiosa colata di alabastro, all’interno di imponenti ambienti ricchi di concrezioni mammellonari (“antro di Cibele”).

Le grotte di Toirano rappresentano un mondo fantastico, meta di geologi, antropologi e archeologi da tutto il mondo e non solo: sono oltre 110.000 i visitatori che ogni anno  vengono a scoprirle!

 

Informazioni utili per visitare le Grotte di Toriano:

Piazzale Grotte 17055 Toirano (SV)
Tel. 0182 98.062
info@toiranogrotte.it
www.toiranogrotte.it


Visualizzazione ingrandita della mappa

Le Grotte di Toirano ultima modifica: 2013-03-18T12:00:50+00:00 da Riviera dei Bambini

È consentita la citazione dei nostri articoli previa indicazione della fonte.

Potrebbe interessarti..

0 Commenti

Aggiungi un commento