Il nostro viaggio alla scoperta dei borghi liguri più belli della Liguria prosegue sulla Riviera di Levante, sino all’estrema frazione orientale di Lerici, in provincia della Spezia, per arrivare a Tellaro, borgo marinaro affacciato sulla scogliera a picco del Golfo della Spezia.

Tellaro fu meta di artisti e scrittori, ammaliati dal fascino leggendario del borgo medievale, il cui nome si lega alla leggenda di un grosso polipo che, avvicinatosi al porticciolo, suonò le campane per avvisare la popolazione dell’arrivo dei saraceni.

Tellaro borgo liguria

COME ARRIVARE

L’unico accesso carrabile al borgo è una strada che, partendo da Lerici, si sviluppa via via verso il mare, passando per Maralunga e Fiascherino.
Il borgo è raggiungibile a piedi dai borghi soprastanti, che si spingono verso il Golfo della Spezia, in una cornice naturale affascinante, seppur non di agile passaggio.

DA VISITARE

La struttura del borgo è basata sulle originali fortificazioni: le case sono circondate dalle mura sul lato nord-occidentale, e delle tre torri esistenti rimangono ad oggi le due di origine pisana, una divenuta campanile della Chiesa di San Giorgio e una conservata all’ingresso del paese.
Chiesa tellaro
La Chiesa di San Giorgio, dal caratteristico colore rosa pastello, situata sullo sperone roccioso a picco sul mare, è legata alla leggenda del polpo, come recita un’iscrizione al suo interno.
Oratorio tellaro
L’Oratorio di Santa Maria in Selàa, posto tra i carruggi su una terrazza del borgo, nel 1660 divenne sede della Compagnia dei Battuti di Santa Maria.

DA NON PERDERE

Palio tellaro
Tellaro fa parte delle borgate che ogni anno, la prima Domenica di Agosto, partecipano al Palio del Golfo, gara inserita nella “Festa del Mare di Spezia” e che ospita le tredici borgate marinare che si affacciano sul Golfo dei Poeti.
La seconda Domenica di Agosto prende vita la “Sagra del Polpo, organizzata ogni anno dall’Unione Sportiva di Tellaro.

Natale tellaro
A Natale, non perdete lo spettacolo subacqueo che celebra la nascita di Gesù: ogni anno la statua del Bambin Gesù emerge dalle acque, trasportata da un gruppo di subacquei, per poi venire depositata nella mangiatoia, il tutto in una cornice di luce e fuochi d’artificio dall’indiscusso fascino sul mare.

I SAPORI DEL BORGO

Sulla tavola di Tellaro, il polpo è il protagonista.
Polpo tellaro
Il piatto tipico è il “Polpo alla Tellarese”, lessato con patate e condito con olio di Tellaro, olive snocciolate e un trito di aglio e prezzemolo, sale, pepe e succo di limone.

Un’altra versione è il polpo “all’inferno”, stufato con foglie di alloro, maggiorana, peperoncino, pomodoro e una spruzzata di vino bianco.

Tipica è anche la focaccia dolce, con uvetta, pinoli e canditi.

“Tellaro, un nirvana tra mare e cielo, tra le rocce e la montagna verde” (M. Soldati).

Buon divertimento da Riviera dei Bambini!

I Borghi più belli d’Italia: Tellaro, borgo medievale dal fascino leggendario ultima modifica: 2015-11-13T17:22:22+00:00 da Riviera dei Bambini

È consentita la citazione dei nostri articoli previa indicazione della fonte.

Potrebbe interessarti..

Aggiungi un commento