Scritto da: Silvia



Oggi voglio scrivere un “GRAZIE” a “Nati per leggere”, un meraviglioso progetto scaturito dall’alleanza tra bibliotecari e pediatri, che ha l’obiettivo di promuovere la lettura ad alta voce ai bambini di età compresa tra i 6 mesi e i 6 anni. Chi tra voi, sgrana gli occhi pensando “sei mesi? Ma non capiscono a quell’età, mica ascoltano, vogliono solo strappare le pagine…” compie un grave errore e rischia di perdere una delle più belle emozioni da condividere con i propri figli.

2--nati-per-leggere

Ovviamente il segreto è scegliere il libro giusto.

Nicolò aveva quattro mesi quando ho iniziato a leggergli Tararì Tararera”, di Emanuela Bussolati, edito da Carthusia, Premio Andersen 2010.

Acquistalo su Amazon.it!

3--tarari-tararera

E’ un libro straordinario scritto in una lingua che ha lo scopo di essere transculturale, il Piripù. Si tratta di una sequenza di parole inventate, talvolta onomatopeiche, che accompagnano una grafica semplice e infantile, per essere il più possibile vicino ai bambini. Il compito del lettore è di modulare la propria voce per dare un senso a quelle parole che, seppure senza significato linguistico codificato, in realtà parlano chiarissimo ai più piccoli.

4--Tarari16-17

Tararì Tararera” per me è stata, ed è tuttora che Nicolò ha compiuto nove mesi, un’avventura divertentissima, che ha coinvolto spesso anche il mio primogenito Filippo, che ha cinque anni. Il ruolo che ha avuto Filippo nel cogliere a 360° il senso del libro è stato per me una grande emozione. Durante le prime letture mi ero accorta che anche lui rimaneva incantato a sentirmi recitare il “piripù” regalandomi momenti di autentica felicità sdraiati tutti insieme sul tappeto della nostra sala.

5--Tarari25-26

Un giorno che in auto Nicolò iniziò a piangere disperatamente ed io non sapevo che fare per calmarlo, Filippo iniziò con voce dolce e bassa “Tararì tararera sesa terù di Piripù….”. Nicolò smise subito di piangere e Filippo, orgoglioso, continuò a raccontare la storia che aveva imparato a memoria, modulando il suono della voce esattamente come facevo io. E’ stata una delle emozioni più intense che abbia mai provato.

Della stessa autrice…

natiperleggere

Nati per leggere: un’esperienza meravigliosa da vivere con i propri bambini ultima modifica: 2014-10-22T10:45:37+00:00 da Riviera dei Bambini

È consentita la citazione dei nostri articoli previa indicazione della fonte.

Potrebbe interessarti..

1 Commento

  1. Grazie di questa bella, emozionante testimonianza. E’ proprio per mettere in gioco esperienze così che sono nati Tararì tararera e gli altri due libri. Per me è una gioia sentire queste storie vere.

Aggiungi un commento