Scritto da: Silvia



Sono un’appassionata di letteratura, leggo soprattutto romanzi, talvolta saggi, raramente gialli. Scelgo i libri in base alla mia vita emotiva e ai miei desideri del momento: viaggiare, scoprire, evadere, consolarmi, coccolarmi…

Tra le file di centinaia di libri esposti in libreria per me è facile distinguere tra letteratura di qualità e prodotti commerciali di scarso valore.

Al contrario, non è stato affatto banale fare la stessa distinzione, quando mi sono ritrovata tra gli scaffali dedicati all’infanzia delle mie librerie preferite, per la prima volta da mamma. Trovavo solo libri tratti da film della Walt Disney o Pixar, fiabe classiche riscritte e magari anche rimaneggiate, avventure dei personaggi dei cartoni animati.

Finalmente poi, in maniera assolutamente casuale, ho scoperto due librerie a Genova, una si trova accanto al negozio di una mia carissima amica stilista di moda e l’altro sulla strada per un ufficio pubblico che negli ultimi anni ho frequentato spesso. Sono due luoghi a misura di bambino, due spazi quasi magici in cui si trovano libri, giochi didattici, oggetti artistici per camerette.

childrens-library-books

Qui ho trovato quello che cercavo: albi illustrati che raccontano ai bambini la vita di tutti i giorni e danno un nome alle loro emozioni, storie che soddisfano la loro esigenza di essere ascoltati e compresi, racconti che insegnano loro che i sentimenti non vanno nascosti e le paure affrontate.

E così, grazie a un libro sono riuscita a fare pace con Filippo dopo un bisticcio, a spiegargli come lo trasformano i capricci, a parlare della sua paura del buio, a stemperare i momenti di rabbia e a renderlo orgoglioso di essere diventato un fratello maggiore quando è arrivato il piccolo Nicolò.

lettura-infanzia

Capita spesso a noi genitori di essere stanchi la sera, stressati per il lavoro, in ritardo e così, spesso, non abbiamo le parole per i nostri figli. Un bell’albo illustrato può venirci incontro, ma ho imparato che almeno un piccolo sforzo lo dobbiamo fare: la storia va letta bene. Non si saltano le parole, non si legge tutto in modo monotono e veloce perché alla fine finalmente si spegne la luce! E così aspetto con più ansia di Filippo i dieci minuti nel suo lettino, dieci minuti tutti per noi due, sono dieci minuti d’amore e di gioia soprattutto per me.

Reportage di una mamma: libri per bambini, una meravigliosa scoperta! ultima modifica: 2014-12-19T12:35:41+00:00 da Riviera dei Bambini

È consentita la citazione dei nostri articoli previa indicazione della fonte.

Potrebbe interessarti..

Aggiungi un commento