Finale Ligure, un giardino di pietra

escursioni_guidate_finale_ligure

Finalborgo è entrato da qualche anno nel novero dei “Borghi più belli d’Italia”. Stretti nell’abbraccio delle mura quattrocentesche, i suoi palazzi, le sue chiese, i rinascimentali Chiostri di Santa Caterina lo rendono uno dei centri storici meglio conservati del savonese. Lo dominano dall’alto Castel San Giovanni e i resti di Castel Gavone, con l’imponente torre dei Diamanti. Tra i gioielli di Finalborgo scopriremo: la tovaglia eucaristica a trompe-l’oeil in marmo conservata in S. Biagio e il Teatro Aycardi (1806), un’autentica “bomboniera” con tre ordini di palchi quasi in miniatura.

Noli, tra Caruggi Medievali, gli ultimi pescatori

escursioni_guidate_noli

Ricordata da Dante nel IV canto del Purgatorio (“Vassi in San Leo e discendesi in Noli…”) come luogo aspro e di non facile accesso, Noli era, ancora fino all’Ottocento, raggiungibile solo in barca o scendendo per ripidi sentieri. Dall’alto del Monte Ursino svettano le grandiose rovine del Castello. Il centro storico, caratterizzato dalle torri comunali, conserva, in alcuni quartieri, quasi intatto il suo antico volto. Sulla spiaggia, tra reti e barche, i pescatori di Noli serbano i segreti del loro lavoro e della vita del mare. Curiosità e tradizioni: I guai combinati ai pescatori nolesi dalle murene e … dagli squali! – Antichi curiosi metodi della pesca dei polpi… U mâ u l’a u numme cun le”: le insidie della vita del mare raccontate dai modellini marinari (ex-voto) appesi alle volte dell’Oratorio di sant’Anna. I camalli e le processioni dei cristezanti.

Escrusione a Varigotti, un covo di Saraceni?

escursioni_guidate_varigotti

Tra le suggestive case dei pescatori affacciate sulla spiaggia inizia un sentiero che, salendo tra le “fasce” e la macchia mediterranea, raggiunge l’antica e silenziosa chiesa di S. Lorenzo. Alta su uno sperone roccioso a dominio della baia dei Saraceni, San Lorenzo ricorda la lirica “Sere di Liguria”, dove Vincenzo Cardarelli paragona le nostre chiese a “navi che stanno per salpare”. Tutto attorno, uno strapiombo vertiginoso di candide rocce, che si tingono di rosa alla luce del tramonto.

Borgio Verezzi e le Grotte di Valdemino

escursioni_guidate_borgio_verezzi

Giochi d’acqua e calcare hanno creato un labirinto sotterraneo; le grotte di Borgio vantano di essere le più colorate d’Italia: bianco, giallo, rosso, in mille diverse sfumature, si specchiano nelle acque dei numerosi laghetti interni. Usciti dalle grotte, il sentiero natura ci conduce attraverso la macchia mediterranea alla frazione di Verezzi sulla collina, recentemente accolta nel novero dei ” Borghi piú belli d’Italia”, nonché sede di un rinomato festival teatrale.

Escursioni Naturalistiche nelle aree protette del Finalese

 

Capo Noli e l’altopiano delle Manie

capo_noli_escursione_guidata

Tra Noli e Varigotti, borghi marinari di grande fascino, si erge il promontorio di Capo Noli con le sue spettacolari falesie calcaree ospitanti specie animali e vegetali rare e protette. Una traversata del Capo da Noli a Varigotti con la vista del limpido mare sottostante éun’emozione irrinunciabile per chi desideri percorrere l’estesa rete escursionistica del Finalese. Non lontano, sull’altopiano delle Manie, é possibile vedere la grotta dell’Arma delle Manie, uno dei molti siti archeologici del Finalese dove sono stati rinvenuti importanti reperti preistorici conservati nel Museo Archeologico del Finale a Finalborgo.

Finalborgo – Perti – Pian Marino

falesia_perti_pian_marino

Seguendo l’antica Via Beretta si incontrano luoghi ed edifici di grande interesse storico-artistico legati alla storia del Finalese e si attraversa un’importante area carsica con una lussirreggiante vegetazione mediterranea. Lungo l’itinerario é si puó osservare la Campanula isophylla, specie protetta endemica del Finalese, e con un po’di fortuna si può incontrare la magnifica lucertola ocellata.

Colle del Melogno – Bric Agnellino

merizzo-colle-melogno-agnellino

Una delle piú belle tappe dell’Alta Via dei Monti Liguri, che attraversa una delle foreste di faggio piú belle e meglio strutturate d’Europa. La zona, considerata l’estremo limite botanico tra le Alpi e gli Appennini, é ombrosa e fresca, adatta anche ad escursioni estive. Da non perdere una visita alla localitá Costa dei Balzi Rossi, presso la cima del Bric Agnellino (1335 m) che custodisce una flora tipicamente alpina a pochi chilometri dalla costa.

Monte Carmo

loano-monte-carmo

Massiccio calcareo alto 1389 m a pochi chilometri della costa, situato in posizione dominante rispetto al territorio corcostante e raggiungibile da diverse localitá, é una meta ideale per escursioni primaverili e autunnali. Il Monte Carmo rappresenta una sezione trasversale della Liguria con le tre sue fasce vegetazionali (mediterranea, montana e continentale) e presenta quindi un grado elevato di biodiversitá. Notevole la quantitá di specie animali e vegetali rare e protette.

Maggiori informazioni

Per ulteriori informazioni potete contattare LA NOSTRA LIGURIA:
http://digilander.libero.it/guideliguria/
Tel. 339.4402668
Mail: guide_liguria@libero.it

Visite Guidate: Finale Ligure e dintorni (su Prenotazione) ultima modifica: 2013-03-15T11:46:45+00:00 da Riviera dei Bambini

È consentita la citazione dei nostri articoli previa indicazione della fonte.

Potrebbe interessarti..

3 Commenti

  1. ALTRE PROPOSTE PER LE SCUOLE

    Guide Turistiche, Ambientali – Escursionistiche autorizzate dalla Regione Liguria. Accompagnatori turistici, operatori didattici con formazione universitaria.
    VISITE GUIDATE, ESCURSIONI IN LIGURIA
    ATTIVITA’ DIDATTICA PER LE SCUOLE
    tel: 339-4402668 guide_liguria@libero.it http://digilander.libero.it/guideliguria

    USCITA DIDATTICA IN BARCA A VELA. I bambini conosceranno i segreti della navigazione e dei venti. Splendida vista dal mare sulla Baia dei Saraceni, su Varigotti, con i suoi piccoli nuclei medievali abbarbicati tra gli ulivi e su Noli, dove molte famiglie vivono della pesca praticata ancora con metodi tradizionali.

    IL GALATA, MUSEO DEL MARE e GENOVA ANTICA REPUBBLICA MARINARA
    Visita del Galata, il museo del Mare e di Genova. Nei “carruggi” medioevali si schiudono scorci suggestivi come la piazza S. Matteo con le case di Branca D’Oria (che Dante incontra all’Inferno), la magnifica Cattedrale di S. Lorenzo, le tante facciate a trompe l’oeil che fanno della Repubblica Marinara una città dipinta (Genua picta). Alcuni indizi ci guideranno sulle tracce di Marco Polo (prigioniero dei genovesi, scrisse qui il Milione), di Cristoforo Colombo (splendide le aiuole fiorite che rappresentano le tre caravelle)…

    LABORATORIO A VARIGOTTI – COSTRUIAMO L’ACQUARIO MEDITERRANEO
    In spiaggia costruiremo un piccolo acquario mediterraneo. I bambini raccoglieranno sassolini, sabbia, conchiglie, alghe….da incollare per creare il fondale. Quindi verranno realizzate sagome di pesci, stelle marine, cavallucci… da colorare ed appendere nell’habitat più idoneo all’interno dell’acquario. Materiale che ogni bambino dovrebbe portare: astuccio con matite colorate, scotch, vinavil, colla, forbici.

    LABORATORIO A VARIGOTTI – ALLA SCOPERTA DEI QUATTRO AMBIENTI MARINI
    L’attività si svolge in spiaggia: attraverso simpatici indovinelli i bambini, divisi in squadre, dovranno riconoscere pesci ed organismi marini e attribuirli al relativo ambiente (fondale sabbioso – razze, sogliole…-, fondale roccioso – polpi, murene, stelle marine…- , mare aperto – squali, pesci spada, delfini, meduse, tartarughe…-, fondale a prateria di posidonia – cavalluccio marino…-).

  2. PERCORSI PER LE SCUOLE ELEMENTARI

    Guide Turistiche, Ambientali – Escursionistiche autorizzate dalla Regione Liguria. Accompagnatori turistici, operatori didattici con formazione universitaria.
    VISITE GUIDATE, ESCURSIONI IN LIGURIA
    ATTIVITA’ DIDATTICA PER LE SCUOLE
    tel: 339-4402668 guide_liguria@libero.it http://digilander.libero.it/guideliguria

    S. LORENZO E VARIGOTTI, TRA PROFUMI DI TERRA E DI MARE. Seguendo curiosi indizi della guida i bambini scopriranno curiose strategie di difesa delle piante e il loro adattamento alle condizioni climatiche dell’ambiente. Visiteremo l’interno dell’antica chiesa di S. Lorenzo, cenobio benedettino in un passato ormai remoto, e parrocchia di Varigotti fino al 1585.

    LA CIVILTA’ DELL’OLIVO. COME FUNZIONA UN FRANTOIO? “I nostri monumenti non sono nelle piazze delle nostre città, sono le nostre fasce” affermava il poeta ligure G. Boine. Molte fasce sono popolate da un mare argenteo di ulivi secolari. Presso un frantoio conosceremo l’ulivo – pianta simbolo della cultura mediterranea –, le tecniche di coltivazione e raccolta. Degustazione

    FINALBORGO… ALLA RICERCA DEGLI ANIMALI NASCOSTI !!!
    Attraverso un originale percorso i bambini verranno guidati alla scoperta di dipinti, sculture, intarsi, in cui si cela una grande varietà di animali (leoni, conigli, lumache, farfalle, porcospini…): sono allegorie di vizi e virtù, simboli legati a curiose vicende… Rivivremo in modo divertente la storia di Finale, uno dei “Borghi più belli d’Italia”! Scopriremo i resti del “castello fantasma” (Castel Gavone, distrutto nel 1713) reimpiegati nei secoli a Finalborgo (capitelli che diventano fontane, caminetti trasformati in portoni…), perché in Liguria non si butta via niente!

    L’ANTICA PIEVE DEL FINALE (V° sec.) E IL MONASTERO BENEDETTINO DI FINALPIA. I bambini potranno scendere all’interno di una antica chiesa paleocristiana e conoscere il mondo delle api presso l’apiario del Monastero Benedettino.

    LABORATORIO A VARIGOTTI – COSTRUIAMO L’ACQUARIO MEDITERRANEO
    In spiaggia costruiremo un piccolo acquario mediterraneo. I bambini raccoglieranno sassolini, sabbia, conchiglie, alghe….da incollare per creare il fondale. Quindi verranno realizzate sagome di pesci, stelle marine, cavallucci… da colorare ed appendere nell’habitat più idoneo all’interno dell’acquario. Materiale che ogni bambino dovrebbe portare: astuccio con matite colorate, scotch, vinavil, colla, forbici.

    LABORATORIO A VARIGOTTI – ALLA SCOPERTA DEI QUATTRO AMBIENTI MARINI
    L’attività si svolge in spiaggia: attraverso simpatici indovinelli i bambini, divisi in squadre, dovranno riconoscere pesci ed organismi marini e attribuirli al relativo ambiente (fondale sabbioso – razze, sogliole…-, fondale roccioso – polpi, murene, stelle marine…- , mare aperto – squali, pesci spada, delfini, meduse, tartarughe…-, fondale a prateria di posidonia – cavalluccio marino…-).

  3. Guide Turistiche, Ambientali – Escursionistiche autorizzate dalla Regione Liguria. Accompagnatori turistici, operatori didattici con formazione universitaria.
    VISITE GUIDATE, ESCURSIONI IN LIGURIA
    ATTIVITA’ DIDATTICA PER LE SCUOLE
    tel: 339-4402668 guide_liguria@libero.it http://digilander.libero.it/guideliguria

    GROTTE di TOIRANO ( PRENOTANDO CON NOI : 6 € ANZICHE’ 7 € )
    Scenderemo nelle viscere della terra e contempleremo le fantasiose architetture della natura…Ascolteremo i suoni delle stalattiti e scopriremo misteriose tracce lasciate da uomini preistorici…le grotte, un mondo incantato! (In alternativa: Grotte di Borgio Verezzi / Grotta del treno di Bergeggi).

    UNA GIORNATA CON… GLI ANTICHI ROMANI
    Mattino.
    VIVERE SOPRA UN ‘CASTRUM’ ROMANO. L’itinerario nel centro storico sarà articolato in momenti ludici in cui scopriremo le vestigia di Albingaunum e approfondiremo aspetti di storia romana (il divide et impera, lo scontro con le tribù liguri…). I bambini, in piccole squadre, avranno le immagini di reperti romani riutilizzati nella città medievale: i particolari verranno scoperti durante il percorso. Visita del Museo Navale Romano: tra anfore e preziosi reperti della nave oneraria affondata scopriremo alcune curiosità, come i dadi da gioco dell’equipaggio, nocciole del I sec. a.C. ed un fedele modellino della nave. Visita del Museo Archeologico Romano
    SVOLGIMENTO DELL’ATTIVITA’.
    L’attività si svolgerà fornendo a ciascun ragazzo la fotografia del particolare di un monumento, di un’opera d’arte, di un dipinto, corredata di un breve testo esplicativo. Durante il percorso guidato ogni ragazzo dovrà prestare attenzione se, nelle varie tappe in cui è articolata la visita, è presente il dettaglio in suo possesso. La conoscenza della storia e dei monumenti verrà così messa in luce sia da quanto spiegato della guida, sia dal contributo apportato da ogni ragazzo. L’attività potrà essere svolta dividendo gli studenti in piccole squadre.
    Pomeriggio.
    LA VIA JULIA AUGUSTA. Passeggiata storico-naturalistica lungo la necropoli romana e la via Julia Augusta, di fronte all’isola Gallinaria, dalla curiosa forma di tartaruga.

    IL MEDIOEVO
    NOLI, ANTICO BORGO SUL MARE, PAESE DI PESCATORI La V° Repubblica Marinara è oggi un tranquillo borgo dove molte famiglie vivono della pesca, praticata ancora con metodi tradizionali. Percorso giocato nei carruggi per conoscere la storia di Noli e il funzionamento dei principali sistemi per difendersi da nemici e pirati (torri, castello, case-forti, cinta muraria…). Vita da… lupi di mare! In spiaggia osserveremo il lavoro dei pescatori, tra le reti, i gozzi e …i gabbiani! Possibilità di salire all’interno di una delle antiche torri medioevali!

    ALBENGA, ALL’OMBRA DELLE TORRI MEDIEVALI Tra logge e palazzi medievali si svelano ambienti raccolti e silenziosi, come la suggestiva Piazzetta dei Leoni. I ragazzi approfondiranno temi legati alle attività commerciali, alle lotte tra guelfi e ghibellini, alla spiritualità. Visiteremo lo splendido Battistero paleocristiano (V°sec.) che conserva un magnifico mosaico in stile bizantino, tra i pochi presenti nel nord Italia insieme a Ravenna.

    CASTELVECCHIO E ZUCCARELLO IL FASCINO SENZA TEMPO DELLA LIGURIA. Per approfondire la differenza architettonica ed amministrativa tra feudo e Comune si può abbinare ad Albenga la visita di Castelvecchio di Rocca Barbena e di Villanova. Il primo è un borgo dai vicoli contorti e labirintici, abbarbicato alla rupe su cui sorge il Castello dei marchesi di Clavesana. Villanova è un paese-fortezza creato nel 1250 dal Comune di Albenga per difendere la sua liberà dalle minacce dei feudatari.

    DAL MEDIOEVO ALL’ETA’ MODERNA
    FINALBORGO, UN ANTICO MARCHESATO Stretti nell’abbraccio delle mura, i suoi palazzi, le Chiese, il Convento Domenicano ne fanno uno dei “Borghi più belli d’Italia”. La ricca storia consente molteplici chiavi di lettura. I marchesi Del Carretto, che ne ebbero il dominio dal medioevo fino al 1598, furono i mecenati che durante il Rinascimento vollero i Chiostri di S. Caterina, lo splendido Castel Gavone, i tanti polittici cinquecenteschi. Dopo la pace di Cateau-Cambrèsis Finale fu acquistata dalla Spagna e ne divenne l’accesso marittimo per raggiungere il ducato di Milano: il XVII sec. fu un’altra epoca d’oro per il Borgo, che si arricchì di monumenti secondo il gusto barocco. Splendide le statue vestite conservate in S. Biagio, ispirate ai princìpi della Controriforma.

    SAVONA, CITTA’ DI PAPI. L’ascesa al pontificato del savonese Sisto IV (1471-1484) e successivamente del nipote Giulio II (1503-1513) permisero a Savona di affacciarsi alla ribalta della politica internazionale, e di vivere la stagione più intensa di tutta la sua storia, il “Rinascimento roveresco”. Vennero avviati i numerosi interventi edilizi che avrebbero cambiato il volto della città: la munificenza dei Papi della Rovere, segnando i tratti caratteristici della Roma monumentale, si riverberò anche su Savona. Viviteremo la fortezza del Priamàr, Cappella Sistina, Cattedrale con lo splendido coro ligneo intarsiato, chiostro francescano. Visita del centro storico medievale affacciato sul suggestivo specchio di mare della vecchia darsena. Sullo sfondo, il nuovissimo terminal crociere ‘Costa’. Suggestiva la cerimonia in ricordo dei caduti: ogni sera alle 18 ventun rintocchi di campana ‘bloccano’ la città.

Aggiungi un commento